Sfincette di San Giuseppe

Gli sfinci di San Giuseppe, chiamati in dialetto sfinci ri san Giuseppi, sono i dolci tipici che un tempo venivano offerti per le strade di Palermo in occasione della festa di San Giuseppe del 19 marzo. Oggi si possono trovare durante tutto l’anno nelle pasticcerie della Sicilia e sono diventati una delle merende preferite dai bambini.

Noi della Pasticceria Zuccherino prepariamo le nostre sfincette seguendo la ricetta tradizionale.

Scaldiamo dell’acqua dopo averla aromatizzata con sale, zucchero e buccia di limone.

Quando bolle spegniamo il fuoco, versiamo farina, strutto e uova e mescoliamo fino ad ottenere un impasto di bignè.

Friggiamo la pasta in piccoli pezzi nell’olio finchè le frittelle sono ben dorate.

Infine le farciamo con una crema di ricotta fresca di pecora e le decoriamo con pistacchi, frutta candita e zucchero a velo.

Storia e curiosità sugli sfinci di San Giuseppe

C’è chi dice che la parola sfincia derivi dal latino spongia, in italiano spugna, per indicare la consistenza dell’impasto. Altri invece affermano che l’origine del nome di questa specialità sia nelle sfang, frittelle arabe addolcite con il miele.

Chi vuole assaggiare una versione salata di questo dolce può provare gli sfincioni, focaccine cotte nel forno a legna e arricchite con cipolle, pomodori, formaggio pecorino, acciughe o salame. Un tempo gli sfincioni venivano preparati in ricorrenze come le feste per la raccolta del grano, Natale, Capodanno e l’Epifania.

Richiedi informazioni su "Sfincette di San Giuseppe"
Invia
Cotognata
Cannolo siciliano